Sapone fatto in casa facile e veloce

sapone naturale

La ricetta del sapone naturale fatto in casa.

Perché fare il sapone in casa?

Il sapone è uno di quegli articoli per l’igiene che non mancano in nessuna casa. Fare il sapone in casa è l’opzione migliore per ottenere un sapone completamente naturale, molto più rispettoso dell’ambiente e della salute, permettendoci di riutilizzare l’olio da cucina, destinato altrimenti allo smaltimento.

I saponi e i prodotti per la pulizia che produciamo in casa sono molto più economici di quelli che compriamo al supermercato. Poiché utilizziamo ingredienti naturali, i nostri saponi sono molto migliori di quelli che compriamo, inoltre i nostri saponi sono unici. Essendo naturali e non contengono prodotti tossici, sono molto più salutari perché proteggono e si prendono cura della nostra pelle, soprattutto per le persone con pelle delicata.

Cosa ci serve per fare il sapone in casa?

Gli ingredienti e gli utensili che servono per produrre il sapone, sono di uso comune ed è probabile che molte delle cose necessarie per la saponificazione, si abbiano a portata di mano in casa.

Ingredienti Sapone

  • Olio vegetale;
  • Acqua (preferibilmente acqua dolce o distillata);
  • Soda caustica;
  • Oli essenziali.

Gli utensili necessari per fare il sapone, sono: due grandi ciotole di plastica o vetro, un mixer, una bilancia e gli stampi o contenitori dove versare gli impasti finali in modo che riposino e si raffreddino.

A parte questo, soprattutto per la manipolazione della soda, per precauzione è consigliabile vestirsi con abiti a maniche lunghe che coprano completamente le braccia, indossare guanti di gomma e occhiali protettivi per evitare schizzi.

Come calcolare le proporzioni di olio, soda caustica e acqua?

Per calcolare correttamente le quantità di olio o soda che devono essere utilizzate per la preparazione, si consiglia di utilizzare l’indice di saponificazione degli oli per fare il calcolo.

Per far si che tutta la soda caustica reagisca senza problemi e che il sapone finale non sia dannoso per la pelle, si può applicare almeno il 7% di sconto-soda . Cioè, rimuovere il 7% di soda dal calcolo finale lasciando nel sapone finito una parte di grasso libero, non saponificato.

600 grammi di olio d’oliva x 0,136 SAP NaOH = 81,6 grammi di soda

81,6 grammi di soda – 7% in eccesso (il più consigliato) = 75,9 grammi di soda

Per quanto riguarda il calcolo dell’acqua, come regola generale, si consigliano 30 parti di soda per 70 parti di acqua. Se si aggiunge un po’ più di acqua del dovuto, il sapone impiegherà più tempo a solidificarsi.

(30%) 75,9 grammi di soda – (70%) 177 grammi di acqua

Pertanto, la formula finale per un sapone all’olio d’oliva è:

600 grammi di olio d’oliva + 75,9 grammi di soda + 177 grammi di acqua.

I passaggi per fare il sapone naturale in casa

  • Versare l’acqua in una ciotola e aggiungere con cura la soda.

Non invertire l’ordine: versare l’acqua nella soda caustica è pericoloso.

Oltre ad aggiungere la soda caustica a poco a poco in modo che non schizzi e non provochi scottature, bisogna tener conto che la nebbia prodotta da questa miscela non va respirata, è consigliabile fare questa passaggio all’aperto oppure in cucina in prossimità della cappa aspirante accesa.

  • Pesare l’olio e versarlo in un’altra ciotola capiente.

Una volta che tutta la soda è mescolata con l’acqua e si nota che la miscela si sta riscaldando, bisogna lasciarla riposare finché non scende a 40 gradi, circa. Nel frattempo,  versare l’olio in un’altra ciotola capiente. Importante che anche l’olio abbia una temperatura simile alla temperatura dell’acqua e della soda.

  • Versare la miscela di soda caustica e acqua nella ciotola dell’olio.

Quando la miscela di soda caustica e acqua si è stabilizzata, versarla nella ciotola dell’olio. L’olio comincerà a cambierà colore e consistenza, a questo punto, tutti questi ingredienti devono essere mescolati, quindi useremo il frullatore da qui.

  • Mescolare il tutto con un frullatore.

Prima di avviare il frullatore, è consigliato utilizzare il braccio dello stesso per amalgamare il composto. Una volta che l’olio si è ben amalgamato con la soda e l’acqua, è il momento di frullare il composto finché non acquisisce una consistenza omogenea, liquida e densa, come se fosse una purea.

Procedere prestando sempre attenzione.

  • Versare il composto in uno stampo per 24 ore.

Versare il futuro sapone negli stampini, e lasciarli riposare avvolti in un asciugamano per 24 ore o poco più. Trascorso questo tempo, estrarli dallo stampo e nel caso la dimensione fosse troppo grande, tagliare con un coltello. Questo passaggio è importante farlo in questo momento, sarà più complicato in futuro, perché i saponi si induriranno di più e potrebbero persino rompersi.

  • Lasciar asciugare il sapone per almeno un mese.

Per completare il processo di produzione del sapone naturale fatto in casa, occorre aspettare circa un mese. In questo tempo di attesa, il sapone finirà di depositarsi, perderà tutta l’acqua non necessaria e il suo pH si regolerà.

Come personalizzare i saponi fatti in casa?

sapone naturale - fare il sapone in casa

Sicuramente questa è una delle cose che più attira la tua attenzione nel fare i saponi in casa. Riuscire a dargli la forma e, soprattutto, gli aromi che più ci piacciono è uno dei motivi per cui così tante persone amano questo, oltre, ovviamente, a realizzarli in modo del tutto naturale.
Per dare al sapone la forma desiderata è molto semplice, basta versare il sapone appena frullato, negli appositi stampini in silicone, con i quali è possibile ottenere forme decorative molto originali. Esistono stampi in silicone molto accessibili che vengono spesso utilizzati in pasticceria e artigianato per questi scopi, con i quali si possono ottenere forme decorative davvero originali.

Aggiungere gli oli essenziali 

Quando si tratta di aromatizzare il sapone, sarebbe ideale utilizzare gli oli essenziali, che sono i più naturali. Si possono persino preparare a casa le miscele per ottenere fragranze uniche. Questi saponi profumati, avvolti in carta velina o in un panno morbido, possono essere utilizzati anche per dare un’atmosfera unica ai cassetti della biancheria da letto, asciugamani. Per conferire un buon aroma al nostro sapone, basta aggiungere al composto appena frullato qualche goccia di olio essenziale naturale.

Per decorare ulteriormente il nostro sapone si possono aggiungere vari coloranti naturali. Vediamo le varie tonalità:

  • Rosso: Paprika
  • Verde: erba medica, spirulina, spinaci macinati, prezzemolo
  • Giallo: Zafferano, Calendula, Cannella, Curcuma, Camomilla
  • Arancione: Succo di Carota
  • Viola e rosa: Fiori di lavanda, petali di rosa
  • Scuri: Cacao in polvere, caffè in polvere, carbone attivo

Lascia un commento

Your email address will not be published.