Perché il golf è considerato uno sport per ricchi?

perche-i-ricchi-giocano-a-golf

La storia del golf: i motivi per cui il golf viene considerato uno sport per ricchi. Quanto costa una partita a golf?

Storia del Golf

Il golf nasce in Scozia all’inizio del XV secolo, in un’area vicino alla capitale Edimburgo. In quei primi giorni i giocatori tentavano di colpire un sassolino sulle dune di sabbia, usando un bastone o una mazza piegata.

Ben presto il golf divenne molto popolare, tanto che il parlamento scozzese, dovette approvare una legge che vietava questo sport per impedire alle persone di dedicare più tempo a questa attività che al tiro con l’arco, che rappresentava una necessità militare.saint-andrews-golf Tuttavia, gli scozzesi non diedero ascolto a queste disposizioni e all’inizio del XVI secolo, il Re Giacomo IV di Scozia ammise il gioco del golf, dandogli ottenne il sigillo di approvazione reale.

Perché il golf divenne popolare?

La rivoluzione industriale dell’era vittoriana portò con sé molti cambiamenti. La nascita delle ferrovie permise per la prima volta alla gente comune di viaggiare al di fuori delle proprie città, e di conseguenza le mazze da golf iniziarono ad apparire in tutta la campagna. Sono stati adottati metodi di produzione in serie per fabbricare le mazze e le palle, rendendo il gioco più accessibile alla persona media. La popolarità del gioco è così esplosa, come anche l’attrezzatura da golf.

Chi ha scritto le regole del golf?

Il gioco del golf divenne ufficialmente uno sport quando i Gentlemen Golfers of Leith fondarono il primo club nel 1744 e istituirono una competizione annuale con premi in argento. Il regolamento di questa nuova competizione è stato redatto da Duncan Forbes.

Come si è diffuso il golf in Europa?

Durante il 19° secolo, quando la potenza dell‘Impero Britannico si espanse fino a comprendere il globo, il golf lo seguì da vicino. Il primo golf club formato fuori dalla Scozia fu il Royal Blackheath, vicino a Londra nel 1766. Il primo golf club fuori dalla Gran Bretagna fu il Bangalore, in India (1820). Altri seguirono rapidamente includevano il Royal Curragh, Irlanda (1856), l’Adelaide (1870), il Royal Montreal (1873), Cape Town (1885), St Andrew’s of New York (1888) e il Royal Hong Kong (1889).

La Scozia è una mecca del golf: è il secondo paese con il maggior numero di campi da golf pro capite; il primo è l’Islanda. La maggior parte sono pubblici. E in Scozia c’è il campo di St Andrews, il più antico del mondo.

Perché si chiama golf?

Etimologicamente parlando, golf deriva dalla parola olandese kolf o kolve , che si traduce semplicemente in mazza. Ma poi, nel dialetto scozzese della fine del XIV e dell’inizio del XV secolo, il termine olandese divenne goff o gouff.  Fu solo più tardi, nel XVI secolo, quando apparve la parola golf, scritta nel modo in cui tutti la conosciamo ora.

Le connessioni tra i termini olandesi e scozzesi sono la prova dell’industria commerciale attiva tra i porti olandesi e i porti sulla costa orientale della Scozia , dal XIV al XVII secolo

Perché il golf è considerato uno sport per ricchi?

Il golf è uno degli sport più costosi per chiunque, ecco perché è anche considerato uno sport solo per ricchi e in molti film, viene spesso messo in evidenza questo aspetto.  I fattori che rendono il golf uno sport per ricchi sono molteplici.

Innanzitutto quando si vede una partita in TV i giocatori indossano sempre degli abiti molto eleganti, questo a primo impatto, indica già che c’è bisogno di un certo abbigliamento. Anche l’attrezzatura da golf rappresenta un vero e proprio spauracchio, ci sono delle sacche con i vari ferri che sono davvero costosi.set golf  Tutti noi, siamo abituati a vedere i giocatori di golf praticare questa disciplina in lussuosi country club. La sola iscrizione è già un problema visto che costa spesso tanto.

Inoltre, il campo deve essere affittato e visto che le partite durano diverse ore, il costo può superare quello di una rata mensile in una palestra di alto livello. I campi da golf, chiamati anche Green, sono molto grandi e necessitano di una manutenzione continua, questo aspetto ovviamente incide parecchio sull’affitto del Green.

Ultimo aspetto da considerare è che per capire ed apprendere le regole e migliorare la propria tecnica di gioco, bisogna prendere delle lezioni iniziali, il cui costo è naturalmente maggiore rispetto a quello di altri sport in cui si gioca in gruppo.

Qual è l’età migliore per iniziare a giocare a golf?

I bambini possono iniziare a giocare a golf già a partire dai 2 anni. La ricerca mostra che coloro che iniziano presto hanno maggiori probabilità di giocare a golf da adulti. L’istruzione formale è generalmente migliore dall’età scolare 5-6 anni quando hanno intervalli di attenzione più lunghi consentendo ai bambini di apprendere meglio le regole e i rischi associati al golf .

I bambini, ovviamente, progrediscono e si sviluppano a ritmi diversi e ciò che è giusto per uno non è necessariamente giusto per un altro.

Ma il golf è un gioco per tutta la vita e può essere praticato in qualsiasi fase della vita.

La chiave migliore è come viene insegnato ad un bambino a giocare a golf, rendendo divertente l’apprendimento del gioco, si darà l’opportunità ad un bambino la possibilità di godersi questo fantastico gioco per tutta la vita.

Perché i bambini dovrebbero giocare a golf?

Va benissimo parlare di quale età i bambini dovrebbero iniziare a giocare a golf, ma c’è una domanda inevitabile che è: perché i bambini dovrebbero giocare a golf?

Oltre al fatto che il golf è un gioco molto divertente da giocare , ci sono una serie di altri vantaggi nel giocare a golf e qui ci sono solo alcuni.  

È un’attività all’aperto che offre un ambiente sicuro e spesso bello in cui i bambini possono giocare.
Il golf consente ai bambini di sviluppare le proprie abilità sociali mentre interagiscono costantemente con diversi ragazzi e ragazze di età diverse, nonché con istruttori e altri adulti che giocano. Le amicizie durature sono spesso promosse e sviluppate sul campo da golf.

Il golf è rinomato per essere uno degli unici sport in cui ci si aspetta che i giocatori chiamino fallo su se stessi. I golfisti sono spesso soli quando le regole vengono infrante e sono responsabili del conteggio del proprio punteggio. Di conseguenza, l’onestà è un pilastro fondamentale del gioco e ci si aspetta da esso tutti i partecipanti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.