Windows 11 – Tutto sul nuovo sistema operativo Microsoft

aggiornare windows 11

Quando verrà rilasciato Windows 11?

Il nuovo sistema operativo di casa Microsoft, Windows 11, presentato il 24 giugno 2021 ha sostituito dopo 6 anni di vita, il predecessore Windows 10. In questa nuova versione sono stati apportati molti cambiamenti. Primo tra tutti l’ambiente grafico che ha subito una completa trasformazione. Un layout nuovo che presenta il menù start centrato in basso. Per poter effettuare l’installazione e capire come aggiornare è necessario rispettare dei requisiti minimi richiesti da Windows 11.

Altra novità è l’abbandono nonché l’eliminazione dell’app di messaggistica e video call Skype, a favore di Microsoft Teams che sarà integrato in modo nativo all’interno del sistema operativo.

Nuovo aggiornamento anche per i Widgets, adesso disponibili e supportati anche quelli di terze parti. Grazie ai quali è possibile cambiare aspetto completamente, personalizzabile da ogni utente.

Punto molto importante, è il nuovo Microsoft Store che presenta nuove funzioni disponibili e una nuova politica: commissioni a zero, tutto il ricavato andrà all’azienda o allo sviluppatore dell’app. Microsoft ha inoltre annunciato che ci sarà una piena compatibilità con le app Android, le quali, saranno visibili e potranno essere scaricate, direttamente dallo store.

Inoltre, saranno integrati i servizi in abbonamento della console XboxGame Pass e xCloud. Ampia così il catalogo delle proposte giocabili per gli utenti Windows, aprendo le porte a una libreria di molti più giochi.

Test e Funzioni nascoste di Windows

In questa versione di Windows, Microsoft mira a rendere il sistema quanto più completo ma allo stesso tempo facile da utilizzare. Una caratteristica che ha sempre contraddistinto questo sistema operativo è stata appunto la user friendly.

Oltre a capire come aggiornare a Windows 11, parliamo di funzioni nascoste perché, con questa nuova edizione, Microsoft ha inserito diversi widget o impostazioni che abilita nel tempo. Questi settaggi sono dapprima abilitati in fase test nelle versioni sviluppatore, dopo un periodo di prova, in caso di esito positivo vengono rilasciati a tutti gli utenti.

Un esempio è la funzione Sostenibilità. Infatti alla voce Sistema > Sostenibilità, troviamo tutte quelle impostazioni che consentono al sistema operativo di individuare i consumi eccessivi dell’hardware del nostro dispositivo per poterli ottimizzare al meglio. Troviamo all’interno, dalle classiche eco per il risparmio energetico, alla disabilitazione dello schermo. In aggiunta questa volta però, molte altre funzioni più avanzate dedite all’ottimizzazione.

C’è da specificare che, gran parte di alcune funzioni sono disponibili in base alla versione di Windows 11 installata e alle caratteristiche Hardware del proprio dispositivo. Infatti per chi possiede un computer poco performante e ha installato la versione base di Windows 11, non troverà queste impostazioni disponibili all’interno del Pannello di controllo. Lo stesso discorso avviene per chi ha la versione per tablet.

Ovviamente le funzioni nascoste, non essendo annunciate pubblicamente, e considerato che sono disponibili solo in fase test, non è sicuro che vengano rilasciate. Verrà stabilito in base ai risultati ottenuti dagli utenti che riescono a individuarle e testarle.

Conviene aggiornare e installare la nuova versione di Windows?

La risposta a questa domanda non è uguale per tutti. Sicuramente è indubbio che con il passare del tempo tutti i sistemi operativi pian piano verranno aggiornati. Ne sarà indice soprattutto di sicurezza e funzionalità che nel nuovo sistema operativo sono continuamente aggiornati e integrati rispetto al precedente.

La considerazione da fare è però in base al tipo di utente e al tipo di utilizzo che si fa del proprio sistema operativo. Un utente che utilizza un dispositivo, tablet o computer che sia, per navigare in rete, utilizzare i programmi di microsoft office come Word, Excel, PowerPoint ecc., sicuramente non avrà alcun problema nell’aggiornare a Windows 11 (caratteristiche hardware permettendo).

Discorso diverso per chi invece utilizza programmi più impegnativi, soprattutto quelli che richiedono molte risorse hardware come CPU e Ram. In questi casi la compatibilità tra sistema operativo, programmi e hardware è un incognita che potrebbe causare eventuali rallentamenti o incompatibilità.

La scelta quindi è a discrezione sia della tipologia di utente, che della modalità in cui si utilizza il sistema operativo: programmi e lavoro.

Quanto costa Windows 11?

Il prezzo della nuova versione varia dalle 7 alle 60 €. La variabile del prezzo dipende se si acquista la sola licenza, o meglio la Key di attivazione. Oppure se si effettua anche il download dell’intero sistema operativo. Altro fattore dipende dalla versione che si vuole scegliere. Dalla classica Home Edition, Professional Edition ed Enterprise Edition. Mentre per chi possiede già un sistema operativo Windows, Microsoft ha garantito che l’aggiornamento da Windows 10 a Windows 11, sarà completamente gratuito.

Vediamo i costi precisi delle varie versioni. Prenderemo in considerazione i prezzi su Amazon e qualche altro store online, senza citarne il nome ma solo ed esclusivamente per analizzarne il prezzo. (Sul sito di Microsoft non è possibile acquistare Windows 11 ma solo Windows 10, per poi farne l’aggiornamento. Motivo per il quale vedremo i venditori terzi.)

Amazon: La sola chiave di licenza per la versione Professional Edition varia dai 9€ ai 20€

Il DVD con la ISO completa per installazione e chiave di licenza compresa va dai 74€ ai 120€

Primo Store Online Venditore di Licenze: Windows 11 Professional Edition – 179 (scontato 79,90)- Windows 11 Home Edition 169 (scontato 69,90) – Windows 11 Enterprise Edition 229 (scontato 99,90)

Secondo Store Online Venditore di Licenze: Licenza Digitale: Windows 11 Professional Edition – € 219 (scontato € 59)- Windows 11 Home Edition € 197 (scontato € 54) – Windows 11 Enterprise Edition € 494,99 (scontato €114,99)

Come possiamo vedere, i prezzi sono molto variabili. Consigliamo eventualmente prima dell’acquisto, di effettuare una ricerca su Google alla sezione shopping della licenza windows 11, con in aggiunta eventualmente la iso che è comunque scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale di microsoft.

Come aggiornare a Windows 11?

É possibile installare la versione di Windows 11 dalle versioni precedenti come windows 10 con le seguenti istruzioni.

Andando su: Impostazioni PC > Aggiornamento e Sicurezza > Programma Windows Insider, al termine si potrà scegliere tra 3 versioni differenti, ovvero, Dev – Beta – Release Preview.

Per sistemare o ripristinare Windows 10 è possibile utilizzare Media Creation ToolCon lo stesso strumento eventualmente possibile anche aggiornare da Windows 10 a Windows 11.

La versione di Windows 11 non è disponibile per tutti i computer. Questo sarà stabilito dalle caratteristiche hardware di ogni dispositivo. Per capire come aggiornare a windows 11 e se è possibile è necessario avere dei requisiti.

Quali sono i requisiti minimi: Windows 11?

I requisiti minimi di Windows 11 per poter effettuare l’installazione sono:

  • Processore: Almeno 1 GHz  con 2 o più core su processore da 64bit
  • RAM: Almeno 4 GigaByte
  • Hard Disk: Minimo 64 GB
  • TPM: Trusted Platform Module versione 2.0 (in alcuni PC di nuova generazione è necessario attivarlo da BIOS a volte segnalato come PPT. La sua funzione è di generare in modo sicuro le chiavi crittografate).
  • Scheda video: Compatibile con versione 12 o più recente Direct X
  • Schermo: HD 720p – 8bit – diagonale minima 9 pollici

Per coloro che non dispongono del TPM 2.0, Microsoft sostiene che rilascerà una versione differente che ne permetterà l’installazione, anche a chi è sprovvisto di questo Chip all’interno del proprio computer. Seguiranno comunque aggiornamenti sotto questo aspetto

Lascia un commento

Your email address will not be published.