Google SEO e SEM Posizionamento e Indicizzazione

Come funziona la SEO, o indicizzare un sito? In questo articolo vediamo come si fa la SEO e ottenere la prima pagina Google tramite le pratiche per indicizzare un sito web. L’ottimizzazione e il posizionamento SEO e SEM.

Indice:

 

Cos’è e come si fa a fare Seo?

La cosiddetta SEO è la pratica di ottimizzazione per indicizzare un Sito Web, Pagine o Articoli ai fini di raggiungere un buon posizionamento nei motori di ricerca. Quindi poter approdare sulla prima pagina di Google o di altri motori di ricerca. Questa tecnica è tendenzialmente gratuita e priva di costi. Specifichiamo tendenzialmente perché se affidata a terzi, come ad esempio Agenzie Web o SEO Specialist il costo è pari al servizio offerto dall’operante in questione.

Pratiche di posizionamento SEO e SEM:ottimizzazione seo

  • Cos’è e come si fa la SEO;
  • Come funziona la SEO;
  • Differenze e cos’è e la SEM;

Come funziona la SEO?

Bisogna fare anzitutto una distinzione tra SEO e SEM. SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, mentre SEM è l’acronimo di Search Engine Marketing. Le due tecniche, hanno lo stesso scopo ma, ci sono delle sostanziali differenze di utilizzo e funzionamento per indicizzare un sito web.

Cosa si ottiene con la SEO

  • Un posizionamento seo organico, che richiede tempo per scalare le posizioni e arrivare in vetta alla prima pagina.
  • Costo gratuito o relativo se affidato a un professionista.
  • Raggiunta la posizione desiderata le parole chiavi consentono stabilità nel mantenerla.
  • Se strutturata in maniera corretta consente un risparmio economico considerevole.

Cosa si ottiene con la SEM

  • Un posizionamento seo a pagamento, tramite gli strumenti Google AdWords o AdSense, per mezzo pay per click. Questo metodo, consente di indicizzare un sito e ottenere la posizione desiderata in poche ore.
  • Il costo viene gestito dalla campagna google a cui viene affidato un budget definito, pagandone quindi tutti i click effettuati per accedere al sito o alle pagine web indicate.
  • Una volta raggiunta la posizione, se la campagna termina, ha fine anche il posizionamento e l’ottimizzazione seo, perdendone quindi i vantaggi.
  • Il posizionamento è dato dal budget investito nella campagna. Più è alto, maggiori sono i risultati, quindi la possibilità di ottenere le prime posizioni. Se presente un concorrente è da tenere in considerazione, avere un risultato in “classifica” basso, se l’investimento avversario è superiore.

È meglio fare la SEO o la SEM?

Come abbiamo visto l’ottimizzazione SEO è una tecnica che se ben utilizzata garantisce risultati stabili. L’unico contro è il tempo che serve per indicizzare il sito o la pagina web correttamente. A seguito, il lato positivo è la stabilità nella posizione guadagnata sul motore di ricerca.

La SEM invece, è una tecnica a pagamento, questa garantisce spesso la prima pagina google. Anch’essa deve essere sviluppata nel modo corretto. Bisogna fare un uso di parole chiavi scelte dopo una attenta analisi di ricerca. Questa cambierà in base al contenuto del sito web o della pagina, se ha concorrenza o meno. Concluso il lavoro di posizionamento e avviata la campagna SEM il risultato è immediato e garantito, ma bisogna tenere in conto la perdita dei risultati ottenuti nel momento in cui si chiude la campagna a pagamento.

La scelta dipende quindi, anche dal budget a disposizione. L’indicizzazione SEO è una pratica tecnicamente gratuita mentre la SEM non lo è. Ovviamente una non esclude l’altra. È indubbiamente possibile utilizzare entrambe le tecniche di posizionamento seo. Affiancandole i risultati saranno dei migliori. Tutto dipende dal budget a disposizione e da quanta concorrenza è presente sul mercato che sponsorizza pagine web o siti internet analoghi.

Cosa sono i Meta Title e la Meta Description, e perchè sono importanti?

Come riportato nell’immagine sottostante, il titolo, (Tag Title) la descrizione (Meta Description) è il risultato che apparirà nelle pagine di Google. Scegliere con cura entrambi, utilizzando le parole corrette e più accattivanti, può fare la differenza tra il far entrare un utente nel sito web o meno. Influenzerà anche l’eventuale risultato in prima pagina google.

prima pagina google

Pratiche e consigli per la SEO fai da te

  1. Keywords: La scelta delle parole chiavi o le frasi chiavi è molto importante. Devono sempre avere attinenza con il testo che rappresentano e racchiuderne il concetto.
  2. Titoli: La stesura del titolo deve corrispondere correttamente a quanto verrà riportato, è necessario quindi sceglierlo con cura.
  3. Immagini: Ogni immagine deve avere il nome corretto di ciò che raffigura, è verificato ai fini seo, sia il titolo (anche detto alt delle immagini) che la singola descrizione. Molto importante configurare il titolo alternativo.
  4. Contenuti: Gli articoli o le pagine web, è consigliabile che abbiano  una lunghezza media o maggiore alle 300/400parole è coincidere con le parole chiavi scelte in fase di pubblicazione.
  5. Link interni: Un link interno, è un collegamento tra pagine o articoli presenti all’interno dello stesso spazio web. Anche in questo caso è consigliabile che siano sempre presenti.
  6. Link Esterni: I link esterni, come indicato dalla parola stessa, sono i collegamenti verso pagine o siti web differenti. Quindi link in uscita.
  7. Aggiornamenti: Google tende a premiare i Siti web con maggiori contenuti che abbiano un valore informativo. Tenerli aggiornati periodicamente consente di ottenere un pubblico maggiore in termini di traffico e visite

Plugin SEO – Panoramica generale sul funzionamento

Per raggiungere la prima pagina Google, per quanto riguarda i siti web sviluppati con la piattaforma cms WordPress, sono disponibili molti plugin che aiutano a fare un posizionamento SEO corretto. Questi plugin sono disponibili ormai per quasi tutte le piattaforme utilizzate per sviluppare siti web.

Per quanto riguarda la più utilizzata, ovvero, WordPress c’è una sfilza infinita di plugin che aiutano a completare una corretta SEO. Due se ne contendono il titolo da anni. Sono Yoast SEO e All in One SEO.

indicizzare un sitoTra i due il più utilizzato è sicuramente Yoast SEO. Questo plugin nel tempo è diventato il più completo, e user friendly, per il suo facile utilizzo nell’ottimizzazione SEO. Un progetto in continuo aggiornamento e sviluppo da parte dei creatori del plugin.

Il plugin è strutturato in maniera molto intuitiva. A seguito dell’installazione è possibile scegliere tra due tipi di configurazione. La prima è la configurazione guidata, questa è ideale per chi alle prime armi. Un processo impostato a step, che consente di completare tutto in base alla tipologia di sito web, servizi, prodotti o argomenti trattati e obiettivo che si vuole raggiungere.

Una volta completata la configurazione del Plugin per l’intero sito web, il plugin inserisce nel back end di ogni pagina o articolo uno schema strutturato a semafori. All’interno troviamo tutte le voci che sono indispensabili per guadagnare la prima pagina google con una buona ottimizzazione SEO. Le voci saranno: Keyword, titoli, immagini, link interni, link esterni ecc. Ogni voce ha accanto un semaforo che varia dal rosso al verde in base alla correttezza dei valori impostati. Accanto ai valori è presente anche un suggerimento per individuare l’errore commesso all’interno della pagina. Questo oltre che segnalato verrà evidenziato consentendo facilmente di correggere quanto scritto e ottenere un buon posizionamento seo.

Vedi anche: come funziona google pay

Lascia un commento

Your email address will not be published.