venerdì, Luglio 5, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

La storia del Club 27

Le rockstar morte tragicamente all’età di 27 anni. Chi fa parte del club del 27?

La storia del club 27. Vediamo i membri del club 27 da Jim Morrison, Kurt Cobain e Amy Winehouse. Le rockstar che hanno avuto molto in comune.

Cos’è il club del 27?

Uno dei più grandi misteri della musica è legato al famoso Club del 27, nome che fa riferimento al gruppo di celebri musicisti accomunati da una tragica singolarità: essere morti all’età di 27 anni, in casi per lo più legati all’abuso di droghe e alcol, incidenti inspiegabili e persino suicidi.

Chi fa parte del Club del 27?

Si dice che sia iniziato con la scomparsa del leggendario cantante blues americano Robert Leroy Johnson, scomparso all’età di 27 anni, il club è tutto musicisti che sono morti quando avevano 27 anni. Il termine Club del 27 è diventato molto famoso dopo la scomparsa di Kurt Cobain che ha portato le persone a cospirare teorie intorno all’età dannata in cui altri artisti come Jim Morrison, Janis Joplin, Jimmy Hendrix e altri hanno perso la vita.

I membri del Club del 27

La storia della musica rock è macchiata da una misteriosa maledizione chiamata: Club del 27. Questo club, fa riferimento ai musicisti e cantanti che sono morti in circostanze strane a soli 27 anni.

Robert Johnson

Nato nel 1911 fa nelle zone rurali del Mississippi, il cantante e chitarrista blues Robert Johnson ha attirato poca attenzione durante la sua vita, ma è stato riscoperto negli anni ’60, ha influenzando numerosi pionieri del rock and roll. Secondo la leggenda, Johnson vendette la sua anima al diavolo in cambio del suo potente talento, che dimostrò agli angoli delle strade in tutto il delta del Mississippi e nelle 29 canzoni che registrò tra il 1936 e il 1937. Notoriamente appassionato di donne e whisky, Johnson sarebbe stato avvelenato dal fidanzato o dal marito geloso di una sua amante.

Jimmy Hendrixjimmy-hendrix

Ci sono voluti solo quattro anni di carriera musicale perché Jimmy Hendrix fosse considerato uno dei migliori chitarristi della storia del rock . Il suo talento e il suo stile senza pari sono penetrati profondamente tra gli amanti di questo genere musicale. Tanto che durante il festival di Woodstock è stato l’artista più pagato con una performance impeccabile.

Trascorse le sue ultime ore a Londra dove morì, all’età di 27 anni, per un’overdose di barbiturici.

Janis Joplinjanis-japlin

La californiana Janis Joplin è stata la prima donna a diventare una star del rock. Sebbene anche la sua carriera professionale fosse piuttosto breve, era circondata da successo e fama. Ha partecipato a Woodstock e come solista ha ottenuto cinque dei suoi singoli nella Billboard Top 100 list.

La sua dipendenza da eroina è stata la causa della sua morte all’età di 27 anni e appena tre settimane dopo quella di Hendrix.

Brian Jonesbrian-jones

Fondatore e leader originale dei Rolling Stones, Lewis Brian Hopkins Jones era un musicista di grande talento che sperimentava una varietà di strumenti come il sitar, il pianoforte, ecc. per le sue registrazioni e nei concerti. Jones, insieme al collega chitarrista Keith Richards, ha sviluppato uno stile unico di suonare la chitarra.

Nel 1969, i Rolling Stones chiesero a Jones di andarsene mentre i suoi problemi di alcol e droga aumentavano gradualmente. Jones è morto meno di un mese dopo, nella piscina di casa sua, all’età di 27 anni.

Pigpen McKernan

Membro fondatore dei Grateful Dead, Ronald Charles McKernan, detto Pigpen, non condivideva la predilezione dei suoi compagni di band per l’LSD e altre droghe psichedeliche. Tuttavia, il suo bere pesante gli fece sviluppare la cirrosi nel 1970 e nel 1972 la sua salute era diventata così fragile che non poteva più andare in tournée. Morì di emorragia interna nel marzo 1973 a soli 27 anni.

Pete Ham

Come cantante principale del gruppo rock degli anni ’70 BadfingerPete Ham ha contribuito a creare alcune delle canzoni più vendute del gruppo fino ad oggi, tra cui “Baby Blue” e “No Matter What”. Ha anche scritto “Without You”, una hit numero uno che sarebbe stata poi interpretata da Harry Nilsson e Mariah Carrey. Ham ha lavorato con i Beatles dopo che il gruppo ha firmato con la loro etichetta Apple. Uno dei più grandi singoli della band è stato “Come And Get It” degli anni ’70 con Paul McCartney. Pete Ham morì pochi giorni prima di compiere 28 anni il 27 aprile 1975.

Jim Morrisonjim-morrison

La morte di Jim Morrison, il famoso cantante dei Doors, ha portato alla creazione del più che noto Club del 27. Sebbene il suo corpo sia stato trovato senza vita nella vasca da bagno del suo appartamento parigino, le cause esatte della sua morte sono ancora sconosciute.

L’enorme successo che aveva ottenuto nella musica lo portò a consumare ripetutamente ogni tipo di droga. Per quello che si crede che il motivo principale sia stato un’overdose di eroina.

Il cantante è morto esattamente due anni dopo che il rock  ha perso Brian Jones, proprio alla stessa età, a 27 anni. E, come se non bastasse, anche la fidanzata di Jim Morrison sarebbe morta, tre anni dopo, a 27 anni per uso massiccio di droghe. Indubbiamente, una delle storie di intrighi che fa parte del Club del 27 e delle sue curiosità.

Kurt Cobainkurt-kobain

La storia di Kurt Cobain è una delle più tristi della musica. Il suo successo e la sua fama con la band Nirvana insieme alla sua instabilità emotiva lo hanno portato a diventare presto dipendente dall’eroina.

In alcune occasioni, Kurt Cobain aveva già commentato che gli sarebbe piaciuto essere un membro del Club del 27. Sebbene fossero state trovate tracce di droga sul suo corpo, la causa della morte di Kurt Cobain fu un colpo alla testa. Si è suicidato lasciando un biglietto di addio.

Amy Winehouseamy-winehouse

L’artista britannica Amy Winehouse è la seconda donna a far parte di questo club di cantanti morti a soli 27 anni.

La sua voce prodigiosa ci ha affascinato tutti nel 2006 con l’uscita di “Back to Black“. Il secondo album in studio che gli è valso fama internazionale e cinque Grammy.

La pressione dei media e i suoi gravi problemi di dipendenza hanno portato la cantante a subire gravi episodi di violenza nella sua vita. Nonostante fosse in procinto di disintossicarsi e di preparare il suo terzo album, alla fine di luglio 2011 Amy Winehouse  ha perso la vita.

Tutti questi artisti avevano 27 anni e la maggior parte delle loro morti è avvenuta in circostanze oscure, questa coincidenza, non non ha fatto altro che alimentare dubbi e polemiche da parte dei fan.

Vedi anche: Le invenzioni di Nikola Tesla

Più popolari