Entrare nel Metaverso – The Sandbox

Vediamo come funziona The Sandbox, la sua storia, come è cambiata la piattaforma fino ad oggi. L’auto proclamazione in metaverso The Sandbox. Analizziamo poi come entrare su the sandbox e soprattutto cosa fare all’interno. Come guadagnare o “giocare”, i land ovvero i terreni, il sistema monetario e come funziona il token sand o la crypto $sand per le transazioni.

The Sandbox – il gioco com’era in origine

The Sandbox è un gioco online nato nel 2012 dall’Azienda specializzata in creazione di giochi Pixowl. La grafica è intesa in pixel, unica caratteristica di design mantenuta fino ad oggi. Inizialmente the sandbox è disponibile per dispositivi mobile. Scaricabile e acquistabile dagli store apple o play store. Il gioco ai suoi albori, Come il suo nome lascia intendere, The Sandbox, si svolge in un “recinto di sabbia”. Il suo funzionamento si basa su leggi della fisica ed elementi che si trovano e mutano in natura.

Sono messi a disposizione circa 230 oggetti o elementi naturali. Il personaggio che si interpreta è un sorta di divinità alle prime armi, aspira quindi ad essere poi una Divinità un vera e propria. All’interno della nostra sandbox si può creare l’universo. Abbiamo a disposizione una moltitudine di elementi che esistono nella vita reale, quindi: acqua, terra, sabbia, vetro, ferro, gemme, alberi ecc. ecc. A questi si uniscono anche gli esseri viventi, sia umani che animali. Il tutto per arrivare a creare un nuovo mondo ripercorrendo i passi di quello reale.

Il gioco è diviso in missioni e livelli, sono circa 310 totali. Si passa dalla creazione della terra mescolando acqua e fango, alla creazione di circuiti elettrici, fino alla tecnologia del terzo millennio con robot e apparecchiature elettroniche.

Nel gioco non ci sono limiti all’immaginazione, ogni giocatore può creare o distruggere il suo mondo. Composto o meno da foreste, montagne, mari, case, e qualsiasi opzione possa venire in mente. A questi poi si aggiungeranno mestieri con attività da mandare avanti, progetti da inventare ecc.

Una volta completato il proprio mondo il gioco consente di mettere online le proprie creazioni, per condividerle o mostrarle ad altri giocatori.

Esistono dei video che sono ancora online che testimoniano e dimostrano come era il gioco nei suoi primi anni di nascita e come entrare su the sandbox ai tempi. Sono reperibili oltre che su diversi siti web, anche su Youtube, su uno dei primi canali della piattaforma stessa. The Sandbox prima versione.

Come funziona The Sandbox oggi

Nel 2018 il gioco è stato acquisito da un’altra società rivoluzionando il suo sistema quasi completamente. Il gioco viene inserito e pensato come blockchain dando quindi vita a un sistema di compravendita e usabilità a “pagamento” tramite crypto, certificandone la proprietà. Rimane immutata la sua mission principale di mondo parallelo. Inteso oggi come l’ormai famoso, metaverso.  La differenza, rispetto a prima, è che l’universo The Sandbox, oggi è unico per tutti.

Diventa un metaverso a tutti gli effetti nel novembre del 2021. Entrando nel metaverso di The Sandbox, si può essere semplici utenti, ovvero acquistare proprietà, terreni, case, arredi particolari, automobili e migliaia di articoli e oggetti che fanno parte della quotidianità anche nella vita reale. Oppure si può essere creatori, o meglio designer di questi oggetti e venderli ad altri “giocatori”.

Proprio questo sta aprendo uno scenario che può sembrare assurdo. I prezzi di acquisto di terreni, isole, palazzi e quant’altro, avendo un certificato di proprietà e quindi rivendibili, hanno dei prezzi che sfiorano e a volte superano quelli che vediamo in realtà.

Come entrare su The Sandbox

Per poter entrare su The Sandbox è necessario creare un account direttamente dal sito web. Prima di fare ciò è necessario collegare un wallet. Nel caso di Sandbox bisogna avere un wallet su Metamask. Una volta creato il wallet, qualora non se ne possegga già uno, in fase di creazione dell’account la piattaforma chiederà di effettuare il collegamento tra il wallet e l’account che andiamo a creare. Questo consentirà di poter acquistare o vendere, ricevere o regalare gli oggetti sul “gioco”. Fatto questo, la fase successiva è la creazione del proprio avatar o personaggio di gioco.

Cosa si fa dentro il metaverso The Sandbox

Dopo aver creato il personaggio le attività che si possono svolgere all’interno della piattaforma sono molteplici e bisogna categorizzarle. Al momento il gioco è in fase di evoluzione, rinominato in questa fase: alpha. Per poter “giocare” sono presenti delle attività e delle esperienze di gioco messe in atto dagli sviluppatori. Gli aggiornamenti sono rilasciati per stagioni. Una volta completate le varie esperienze, per farne di nuove è necessario attendere l’aggiornamento alla cosiddetta nuova “season”.

Altre attività da svolgere al di fuori dalle meccaniche di azione di gioco sono: acquistare dei terreni, chiamati: Land. La piattaforma infatti, ha mette a disposizione un numero limitato di land o “terreni”, come entrare sandbox landquesti come nella vita reale, possono essere acquistati e venduti, in base alla dimensione. Al posto degli ettari di terra della vita reale, parleremo di pixel tridimensionali. I Land Sandbox sono molto richiesti anche e soprattutto tra i personaggi dello spettacolo

I Land, essendo concepiti come “nft” e quindi con certificato di proprietà, possono essere acquistati sia all’interno della piattaforma nella sezione apposita, che su piattaforme di exchange esterne che ne consentono la compravendita.

Altre attività da svolgere oltre ai land possono essere, creare o acquistare oggetti chiamati asset. Le transazioni di questi, avvengono sempre nell’apposita sezione della piattaforma, o tramite “mercati convenzionati”, ad esempio OpenSea. Tra gli asset troviamo, case, automobili, ville, arredi, abbigliamento, ecc. ecc..

Inoltre si possono creare delle dinamiche interne sotto forma di esperienza utente. Creare quindi dei giochi attraverso lo strumento Game Maker, messo a disposizione da The Sandbox. Creare giochi ed esperienze utente, grazie al software disponibile non necessita di doti di programmazione ma piuttosto di creatività ed ingegno. Anche quest’ultimi possono essere venduti e acquistati sia all’interno della piattaforma che tramite mercati esterni.

Per poter svolgere tutte queste attività, viene utilizzata la moneta creata da The Sandbox, chiamata Sand.

La moneta di The Sandbox – Crypto Sand

La piattaforma ha un suo sistema monetario. Per poter acquistare o vendere oggetti o altri elementi, lo si fa tramite la moneta o meglio la crypto: $SAND. Questa crypto, come tutte le altre, non ha un valore fisso. $SAND varia in base al mercato con la legge dell’offerta e della domanda.

token sand crypto $sandPer ottenere i token sand o crypto $Sand, da investire o scambiare nelle piattaforme di exchange che lo consentono, ci sono diversi modi. Il più economico nonché gratuito, è all’interno di The SandBox. Il “gioco” infatti permette, svolgendo diverse attività che variano dalla promozione tramite referral a missioni di gioco, di guadagnare token SAND.

In alternativa i Token SAND o crypto $SAND sono acquistabili sulle piattaforme più famose di Exchange o di trading. Anche per i token Sand (crypto $SAND) è applicata una commissione, ad oggi circa il 5% su ogni operazione che viene effettuata. Discorso diverso invece per le transazione dovute all’interno delle dinamiche di gioco intese nel “metaverso” The Sandbox.

Lascia un commento

Your email address will not be published.