Come capire facilmente la differenza tra vegani e vegetariani

Come si diventa vegetariani?

Il vegetarismo è un modo di vivere che generalmente esclude il consumo di carne, e talvolta altri prodotti animali, dalla propria dieta. In questo articolo vediamo le differenza vegani e vegetariani ma anche diverse informazioni sui vantaggi di essere vegetariani, così come sui tipi di vegetariani.

Esistono diverse ragioni per cui le persone scelgono di diventare vegetariane. Alcune di queste ragioni includono:

  • Migliorare la propria salute mangiando più verdure e meno carne
  • Motivi di tipo etico o religioso
  • Inquinamento ambientale e quindi ridurre il proprio contributo o impronta di carbonio

Una scelta razionale

In generale, il vegetarismo è considerato una scelta alimentare più sostenibile e salutare rispetto alla dieta occidentale tradizionale, che è ricca di carne e di grassi saturi. Tuttavia, è importante seguire una dieta equilibrata e variata per assicurarsi di ricevere tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno.

Di base è una scelta alimentare che sta diventando sempre più popolare perché offre molti benefici per la salute e per l’ambiente. Ci sono diverse sottocategorie di vegetarianismo e ciascuno di essi esclude alcuni alimenti di origine animale.

Qual è la differenza tra un vegetariano e un vegano? 

La principale differenza tra vegani e vegetariani sta nel loro approccio alla dieta. I vegetariani escludono la carne e il pesce dalla loro alimentazione, ma possono consumare prodotti derivati da animali, come latticini e uova. Al contrario, i vegani escludono completamente ogni forma di alimento di origine animale dalla loro dieta, non solo carne e pesce, ma anche latticini, uova, miele e qualsiasi altro prodotto o cibo derivante da animali.

Quindi i vegani non mangiano affatto prodotti di origine animale ma consumano solo fonti vegetali di proteine e altri nutrienti. Mangiano quindi di base più verdure dei vegetariani per ottenere abbastanza proteine e altri nutrienti per la loro dieta. 

Perché diventare vegani o vegetariani?

La scelta di questo stile di vita, che sia vegetariano o vegano può essere dettato da diverse motivazioni. Oltre la differenza tra vegani e vegetariani di tipo alimentare, ne esistono diverse. Tra queste ci sono quelle di carattere etico, ovvero il rispetto verso gli animali. Di tipo religioso, in cui è vietato il consumo di carni animali o di uno specifico tipo. Per motivi di salute, seguire quindi una dieta che esclude determinati alimenti di origine animale.

Vantaggi di diventare vegani: salute, ambiente e responsabilità sociale

In realtà ci sono molti vantaggi nel diventare vegani, o meglio vegetariani per una dieta meno drastica. La salute è uno dei motivi principali per cui le persone scelgono questo stile di vita. I vegani hanno meno probabilità di contrarre malattie cardiache, ipertensione e diabete perché non mangiano carne, uova o latticini che contengono grassi animali e colesterolo.

L’impatto ambientale

Il veganismo può anche aiutare l’ambiente riducendo le emissioni di CO2 derivanti dall’allevamento del bestiame, riducendo l’inquinamento idrico e la deforestazione dovuta al pascolo del bestiame e alla produzione di mangimi, nonché contribuendo a preservare la biodiversità e l’aumento delle emissioni di gas serra e di conseguenza anche un’accelerazione del cambiamento climatico.

Diventare vegani è una scelta che va oltre l’alimentazione e riguarda anche la scelta di non utilizzare prodotti derivati dagli animali. Infatti, i vegani si astengono dal consumo o utilizzo di qualsiasi prodotto che derivi da un animale, come la lana, la pelle, la seta e il cuoio. Questo significa che i vegani non indossano abbigliamento o accessori in pelle, evitano di acquistare cosmetici o prodotti per la cura personale che sono stati testati sugli animali e non utilizzano prodotti per la pulizia della casa che contengono ingredienti di origine animale.

Conclusione: il motivo per cui ci confondiamo

Per ricapitolare, la confusione tra vegano e vegetariano può essere attribuita alla mancanza di comprensione del significato preciso delle parole. Entrambi i termini si riferiscono a stili alimentari che escludono la carne, ma c’è una differenza significativa tra vegani e vegetariani. Il veganismo è una filosofia alimentare che mira a escludere non solo la carne, ma anche tutti i prodotti di origine animale, come latte, uova e miele, e talvolta anche prodotti che sono stati testati sugli animali o che contengono ingredienti di origine animale. Il vegetarianismo, d’altra parte, esclude solo la carne, ma include ancora prodotti di origine animale come latte, uova e miele.

Curiosità: Come seguire una dieta vegana quando sei in viaggio all’estero

Se sei vegano, potresti avere difficoltà a mangiare cibo che sia soddisfacente e salutare. Tuttavia, ci sono alcune cose che puoi fare per assicurarti che la tua dieta vegana non venga interrotta quando viaggi all’estero.

1) Scopri le restrizioni dietetiche del paese e osservale.

2) Pianifica in anticipo preparando alcuni dei tuoi snack vegani preferiti come il mix di tracce o le barrette proteiche.

3) Impara i nomi di alcuni piatti a base vegetale nella lingua locale in modo da poterli chiedere nei ristoranti o nei negozi di alimentari.

4) Porta con te degli spuntini di emergenza durante il viaggio nel caso in cui non ci sia nulla da mangiare dove alloggi o visiti.

Discrepanze: gli attivisti vegani e i loro controsensi o incoerenze

Gli attivisti vegani lottano per la promozione di uno stile di vita che esclude l’utilizzo di qualsiasi prodotto o servizio derivante dagli animali e cercano di sensibilizzare le persone sugli effetti negativi della produzione e del consumo di carne e prodotti animali sugli animali, sull’ambiente e sulla salute umana. Tuttavia, a volte ci sono discrepanze tra le loro azioni e i loro ideali, come ad esempio l’utilizzo di abbigliamento di moda o l’inquinamento causato dal trasporto di alimenti di cui fanno un grande consumo.

Le incoerenze dei “fanatici”

Ad esempio, l’avocado è diventato un alimento molto popolare, ma spesso non si considera l’impatto ambientale del trasporto di questo frutto su lunghe distanze per mezzo di aerei. Questi consumano grandi quantità di carburante e contribuiscono all’inquinamento atmosferico. Non da meno anche l’abbigliamento, che spesso è stato prodotto in modo non sostenibile e utilizzando materiali che non sono stati ottenuti in modo etico.

Queste discrepanze dimostrano che, anche se alcuni attivisti vegani hanno una forte passione per i loro ideali, a volte è difficile conciliare questi ideali con la realtà della vita quotidiana. Tuttavia, è importante che coloro che seguono una dieta vegana si impegnino a fare scelte consapevoli e a considerare l’impatto ambientale delle loro azioni prima di sentenziare su quelle degli altri. Questo può includere scelte come acquistare cibo locale e di stagione, evitare il trasporto aereo per il cibo e scegliere abbigliamento e accessori etici e sostenibili.

 

Leggi anche: Agricoltura biologica e quali sono i vantaggi

Lascia un commento

Your email address will not be published.